DICONO DI NOI ...

In questa sezione sono raccolti tutti i contributi che Monterubbianesi e non hanno voluto dare alla ...

I BIFOLCHI VINCONO LA GIOSTRA DELL'ANELLO 2017!

Vince la 52° edizione della GIOSTRA DELL'ANELLO anno 2017: la Corporazion...

Giostra dell'Anello anno 2018

Si aggiudica la vittoria della GIOSTRA DELL’ANELLO dell’anno 2018 la CORPOR...

SCIÃ’ LA PICA 2019

  CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO L’8 e il 9 giugno 2019 si terrà a Monterubbiano l’...

RISULTATI Giostra dell'Anello ANNO 2019

Si aggiudica la vittoria della GIOSTRA DELL’ANELLO dell’anno 2019 la CORPOR...

AVVISO

Il direttivo dell'Associazione Armata di Pentecoste comunica ufficialmente che la rievocazione stori...

PENTECOSTE 2020

Purtroppo a causa delle restrizioni dovute al diffondersi del Covid-19, quest'anno non ci è stato po...

  • DICONO DI NOI ...

  • I BIFOLCHI VINCONO LA GIOSTRA DELL'ANELLO 2017!

  • Giostra dell'Anello anno 2018

  • SCIÃ’ LA PICA 2019

  • RISULTATI Giostra dell'Anello ANNO 2019

  • AVVISO

  • PENTECOSTE 2020

 

Logo armata 50 anni png

Social

Newsletter

AVVISO PDF Stampa E-mail

Il direttivo dell'Associazione Armata di Pentecoste comunica ufficialmente che la rievocazione storica che si tiene annualmente per festeggiare la Pentecoste e che quest'anno cade nella domenica del 31 maggio, viste le attuali situazioni di emergenza sanitaria nazionale causata dal Covid19 e le relative restrizioni imposte, non si svolgerà nelle modalità tradizionali.


Noi tutti speriamo, sempre se sarà consentito, di poter garantire lo svolgimento in forma ristretta e simbolica del rito religioso della consegna dei ceri alla Madonna del Soccorso, al quale tutti i Monterubbianesi sono profondamente legati.


L'incertezza del momento non ci permette di fare previsioni su un eventuale rinvio o su un definitivo annullamento della cinquantacinquesima edizione della nostra manifestazione.


Non possiamo che attendere l'evolversi della situazione con la consapevolezza che in questo delicato momento storico la tradizione e la passione per la nostra festa non possono che passare in secondo piano.


E allora non ci rimane altro che attendere, nel rispetto delle regole che ci vengono date, aspettare e sperare che un domani non troppo lontano potremo tornare ad abbracciare i nostri cari e tornare a fare quello che più amiamo per il nostro paese e per le nostre tradizioni.