Logo armata 50 anni png

Social

Newsletter

Corporazione Zappaterra

In questo senso è ancora particolarmente ricca una Corporazione che non esiste più quella degli Zappaterra: nel senso che non esiste più chi trae il reddito necessario alla sopravvivenza della famiglia abitando in paese o lavorando la terra nelle campagne, ricorrendo all’aiuto dei contadini veri e propri o alle opre(le opere) che prestavano la loro assistenza e la loro collaborazione nei momenti di massima urgenza(la mietitura, la vendemmia, ecc…) con compensi pattuiti in denaro o con lo scambio di prestazioni richieste. Se non esiste più tale agricoltura – esistono semmai orti o scampoli di terra su cui si esercita il fervore di pensionati e di anziani, residenti dentro le mura urbane – esiste tuttavia chi ha sviluppato su questa economia titoli di studio e attività professionali che rinviano a questa sorta di lavoro ottocentesco.

Ed anche costoro aderiscono ancora alla corporazione degli Zappaterra che caratterizza Pentecoste con il mimo/mito dello Sciò la pica. I colori sociali sono quelli della storia cioè il bianco e il verde. (Tratto dal libro "Le feste di Pentecoste a Monterubbiano" di Fabrizio Fabi)

 

Scudo: fondo Verde con incrocio di una X bianca

Colori Sociali: Verde Bianco

 

Albo d'oro:

1965 (Emilio Mordente)

1975 (Fabio Cruciani)

1983 (Emilio Mordente)

1984 (Emilio Mordente)

1985 (Emilio Mordente)

1986 (Gianni Vignoli)

1989 (Gianni Vignoli)

1990 (Gianni Vignoli)

1995 (Massimo Conficconi)

1996 (Massimo Conficconi)

2004 (Oscar Trasarti)

 

CAVALIERE GIOSTRANTE Edizione 2017: MATTEO GIANNELLI

Matteo Giannelli 1 Corporazione Zappaterra